Personale Docente

Stefania Balzan

Ricercatore universitario confermato

VET/04

Indirizzo: VIALE DELL'UNIVERSITÀ, 16 - LEGNARO PD . . .

Telefono: 0498272965

E-mail: stefania.balzan@unipd.it

  • presso Generalmente presso ufficio Balzan in Viale Margherita, 87 - sede di Vicenza
    Contattare via mail (stefania.balzan@unipd.it) per fissare un appuntamento.

Percorso formativo e professionale
Si è laureata in Medicina Veterinaria l’11 novembre 1999 e ha conseguito l’abilitazione alla professione di Veterinario. Il 25 ottobre 2002 si è specializzata in “Allevamento, Igiene, Patologia delle Specie Acquatiche e Controllo dei Prodotti Derivati”.
Nel 2010 ha conseguito il titolo al corso di perfezionamento in "La comunicazione biomedica" dell'università degli Studi di Milano.
Il 2 marzo 2013 ha conseguito il master in "Giornalismo e comunicazione istituzionale della scienza" presso l'Università degli Studi di Ferrara.
Dal gennaio 2000, la Dr.ssa Balzan partecipa all’attività di ricerca dell’Area di Ispezione degli Alimenti di Origine Animale del Dipartimento di Sanità Pubblica, Patologia Comparata ed Igiene Veterinaria dell’Università degli Studi di Padova.
Dal 7 gennaio 2004 ha preso servizio come ricercatore presso la ex Facoltà di Medicina Veterinaria (SSD VET/04).

Attività scientifica
Si occupa di prodotti di origine animale freschi e trasformati, con particolare riguardo alla sicurezza delle produzioni.
L'attività di ricerca attualmente è svolta presso la sede dell’Istituto per la Qualità e le Tecnologie Agroalimentari di Thiene (VI) http://www.bca.unipd.it/dipartimento/polo-universitario-di-vicenza
Maggiori informazioni sulle attività di ricerca dell'area di Ispezione degli alimenti di origine animale sono disponibili presso: http://www.bca.unipd.it/ispezione-degli-alimenti-di-origine-animale-0



Attività didattica
Afferenza al Settore Scientifico-Disciplinare: VET/04 - Ispezione degli alimenti di origine animale.
Attualmente è titolare dell'insegnamento di Metodologie per l'autocontrollo aziendale e certificazione della qualità (8 cfu), parte prevalente dell'attività formativa "Metodologie per l'autocontrollo azienda, certificazione della qualità e igiene e sicurezza negli ambienti di lavoro" (12 cfu)del Corso di studi in Sicurezza Igienico-sanitaria degli Alimenti (SIA)
L'attività didattica è svolta presso il Polo universitario di Vicenza (http://www.bca.unipd.it/dipartimento/polo-universitario-di-vicenza).
Per gli A.A. 15/16, 16/17 e 17/18 è stata docente dell'insegnamento di Principi di igiene e sanità degli alimenti di origine animale (8 cfu), Laurea magistrale in Scienze e Tecnologie Animali.

Dall'2016 a oggi è docente di "Comunicazione del rischio e cultura della sicurezza alimentare" nell'ambito del Master di 2° livello in Qualità e Sicurezza degli alimenti, di cui è vice-direttore.

Dall'istituzione a ogge è membro del GAV del CdS in Sicurezza Igienico-sanitaria degli Alimenti.


E' autrice di pubblicazioni di tipo scientifico e didattico.

Pubblicazioni scientifiche
https://scholar.google.it/citations?user=vj6gnVsAAAAJ&hl=it

Testo didattico
Igiene e tecnologie degli alimenti di origine animale.
A cura di G.Colavita. Ed. Le Point Veterinaire Italie.




Le principali linee di ricerca sono:

Autenticazione di prodotto origine animale: Impiego di diverse tecniche analitiche per l’identificazione dell’origine geografica e dei sistemi produttivi delle matrici alimentari finalizzati all’identificazione di frodi. Gli studi comprendono: l’analisi quantitativa di traccianti chimici, l’applicazione di sistemi alternativi rapidi (spettroscopia nel vicino infrarosso ed elaborazione di immagine) per l’autenticazione e il monitoraggio della qualità. I campi di applicazione includono i prodotti ittici e lattiero-caseari.

Utilizzo di ingredienti e tecniche di conservazione alternative: Impiego di ingredienti derivanti da sottoprodotti dell’industria alimentare in alternativa agli additivi alimentari. Gli studi comprendono: arricchimento di mangimi zootecnici, valutazione in vitro dell’attività antibatterica, antiossidanti di origine naturale, valutazioni organolettico-sensoriali. I campi di applicazione includono insaccati a base di carne suina freschi e a lunga stagionatura. Applicazione degli ultrasuoni a matrici alimentari. Gli studi includono applicazione di challenge test, valutazioni organolettico-sensoriali, valutazioni e chimico-bromatologiche del prodotto trattato. I campi di applicazione includono latte crudo, succhi di frutta, matrici carnee.

Composizione nutrizionale e tutela del consumatore: Valutazione della composizione degli alimenti in funzione della salute del consumatore. Gli studi comprendono: aspetti nutrizionali, composti bioattivi, studio della shelf-life, effetto delle tecnologie produttive sulle caratteristiche degli alimenti, comunicazione del rischio. I campi di applicazione includono latte e derivati, carni e derivati, prodotti ittici, alimenti etnici.

Percezione e comunicazione del rischio alimentare: Valutazione delle conoscenze del consumatore in materia di rischio alimentare. Educazione del consumatore.

Contattare il docente.