Personale Docente

Lucia Bailoni

Professore ordinario

AGR/18

Indirizzo: VIALE DELL'UNIVERSITÀ, 16 - LEGNARO PD . . .

Telefono: 0498272645

Fax: 0498272604

E-mail: lucia.bailoni@unipd.it

  • Il Lunedi' dalle 11:00 alle 12:00
    presso Ufficio del Docente (Agripolis, Stecca 1, primo piano, lato est, locale 1013)
    Previo appuntamento con il docente

Curriculum vitae
LUCIA BAILONI

L’attività scientifica della prof.ssa Lucia Bailoni è documentata da oltre 200 pubblicazioni tra articoli su riviste nazionali e internazionali, peer-reviewed, contributi su libri e proceedings di comunicazioni a congressi scientifici internazionali, nazionali, e workshops.

Gli interessi scientifici principali riguardano le relazioni fra alimentazione animale e valore nutrizionale dei prodotti di origine animale, le strategie alimentari per ridurre l’impatto ambientale degli allevamenti zootecnici, l’alimentazione e il benessere delle vacche da latte (gestione asciutta e peri-parto), la sostenibilità della catena alimentare del latte (allevamento biologico, zootecnica di montagna), le procedure innovative per la valutazione dei feed e dei petfood (metodi in vitro) e il controllo dei contaminanti nelle filiere produttive (micotossine).

La prof.ssa. Bailoni è responsabile scientifico di diversi progetti finanziati da enti pubblici e privati tra i quali si ricorda: Progetto ARCHAEA «Strategie alimentari per la riduzione di metano negli allevamenti bovini» Ente finanziatore: Regione Veneto PSR Misura 124, Progetto PRIN “Cinetica di degradazione microbica di residui agro-industriali e valutazione nutrizionale dei prodotti della fermentazione destinati ad uso zootecnico” Ente finanziatore: MIUR, Progetto BIOTECH 2 “Biotecnologie per il miglioramento della sostenibilità, sicurezza e qualità delle produzioni vegetali”. Ente finanziatore: Regione Veneto.

Svolge il compito di referee per riviste nazionali e internazionali (Animal, Animal Feed Science and Technology, Animal Production Science, Annals of Animal Science, Feed Science, Italian Journal of Animal Science, Ippologia, Large Animal Review, Livestock Science). Fa parte dell’Editorial Board della rivista “Journal of Nutritional Ecology and Food Research”. E’ Review Editors della sezione “Animal Nutrition and Metabolism” della rivista “Frontiers in Nutrition and Veterinary Science”.

Partecipa inoltre alla valutazione di numerosi progetti di ricerca nazionali.

Svolge numerosi incarichi accademici e scientifici. E’ membro della “European Association of Animal Production” (EAAP), dal 2009. E’ socio dell’Associazione per la Scienza e le Produzioni Animali (ASPA) e dell’Associazione Ricercatori in Nutrizione e Alimenti (ARNA). Dal 2010 al 2013 è stato vice-direttore della Scuola di Dottorato in Scienze Animali e Agro-alimentari dell’Università di Padova. Dal 1° ottobre 2015 è direttore del Dipartimento di Biomedicina Comparata e Alimentazione (BCA). Dal 2012 al 2015 è stato coordinatore della Commissione Scientifica dell’Area 8 (CSA) dell’Università di Padova. Dal 2009 al 2013 ha avuto il ruolo di vice-presidente della Nutrition Commission dell’EAAP. Dal 2012 è membro della Commissione ASPA “La qualità degli alimenti di origine animale e la salute umana” mentre dal 2013 è componente Consiglio Direttivo “ARNA”.

Download Curriculum_Bailoni.pdf

Pubblicazioni di tipo didattico e divulgativo
Micotossine
BAILONI L., CECCHINATO R., NURTI L. (2010). Il reddito si costruisce con un silomais di qualità. L’allevatore Magazine. Vol. 66(5), p. 34-37.
CAUSIN R., CECCHINATO R., BAILONI L., RASERA R., SCOPEL C. (2009). Sete del mais facile ingresso alle micotossine . L’INF. AGR., vol. 65 (Suppl. A), p. 14-17, ISSN: 0020-0689.
Sostenibilità ambientale
MIOTELLO S., BONDESAN V., TAGLIAPIETRA F., SCHIAVON S., BAILONI L. (2009). Meat quality of calves obtained from organic and conventional farming. ITAL. J. ANIM. SCI., vol. 8, p. 213-215.
MIOTELLO S., BONDESAN V., BAILONI L. (2009). Organic farming of dairy goats in the Veneto region: feeding management and milk quality. ITAL. J. ANIM. SCI., vol. 8 (Suppl. 2), p. 420-422, ISSN: 1594-4077

Pubblicazioni scientifiche
Impatto ambientale
SCHIAVON S, DE MARCHI M, F. TAGLIAPIETRA, BAILONI L, CECCHINATO A, BITTANTE G (2011). Effect of high or low protein ration combined or not with rumen protected conjugated linoleic acid (CLA) on meat CLA content and quality traits of double-muscled Piemontese bulls. MEAT SCI., vol. 89, p. 133-142.
SCHIAVON S., TAGLIAPIETRA F., DAL MASO M., BAILONI L., BITTANTE G. (2010). Effects of low-protein diets and rumen-protected conjugated linoleic acid on production and carcass traits of growing double-muscled Piemontese bulls. J. ANIM. SCI., vol. 88, p. 3372-3383.
Benessere animale
MANTOVANI R., SGORLON S., MARINELLI L., BAILONI L., BITTANTE G., GABAI G. (2010). Oxidative stress indicators and metabolic adaptations in response to the omission of the dry period in dairy cows. J. DAIRY RES., vol. 77, p. 273-279.
MANTOVANI R., MARINELLI L., BAILONI L., GABAI G., BITTANTE G. (2010). Omission of dry period and effects on the subsequent lactation curve and on milk quality around calving in Italian Holstein cows. ITAL. J. ANIM. SCI., vol. 9, p. 101-108.
Procedure innovative
TAGLIAPIETRA F., CATTANI M., HINDRICHSEN I.K, HANSEN H.H., COLOMBINI S., BAILONI L., STEFANO SCHIAVON (2012). True dry matter digestibility of feeds evaluated in situ with different bags and in vitro using rumen fluid collected from intact donor cows. ANIM. PROD. SCI., vol. 52, p. 338-346.
TAGLIAPIETRA F., CATTANI M., HANSEN H.H., HINDRICHSENC I.K., BAILONI L., SCHIAVON S. (2011). Metabolizable energy content of feeds based on 24 or 48 h in situ NDF digestibility and on in vitro 24 h gas production methods. ANIM. FEED SCI. TECH., vol. 170, p. 182-191
Biocombustibili
GUADAGNIN M., TAGLIAPIETRA F., CATTANI M., SCHIAVON S., WORGAN H.J., BELANCHE A., NEWBOLD C.J., BAILONI L. (2013). Rumen fermentation and microbial yield of high- or low-protein diets containing ground soybean seeds or home-made rapeseed expellers evaluated with RUSITEC. CAN. J. ANIM. SCI. In press.
GUADAGNIN M., CATTANI M., BAILONI L. (2013). Effect of pressing and combination of three storage temperatures and times on chemical composition and fatty acid profile of canola expellers. ITAL. J. ANIM. SCI., 12:e43: 265-269.
Equini
MANTOVANI R., BAILONI L. (2011). Energy and protein allowances and requirements in stallions during the breeding season comparing different nutritional systems. J. ANIM. SCI., vol. 89, p. 2113-2122.
GIOSMIN G., LAGAS E., BAILONI L., MANTOVANI R. (2009). Utilizzo del GPS (Global Positioning System) per misurare durata ed intensità dell'attività fisica in cavalli trottatori durante l'allenamento su pista. In: -. Nuove acquisizioni in materia di ippologia. Druento, Torino, 3-4

Download Pubblicazioni_Bailoni.pdf

Aree di ricerca
LUCIA BAILONI

Strategie alimentari per aumentare il valore nutrizionale degli alimenti di origine animale
• Miglioramento del profilo acidico del latte e dei derivati, ad es. del contenuto di acidi grassi della serie omega 3, dei coniugati dell’acido linoleico
• Miglioramento del contenuto di sostanze antiossidanti (selenio, vitamine ecc.)
Strategie alimentari per ridurre l’impatto ambientale degli allevamenti
• Utilizzazione di diete ipoproteiche nei bovini, suini e cavalli
• Strategie alimentari per ridurre le emissioni di metano nei ruminanti
Strategie alimentari per migliorare il benessere degli animali
• Management of periodo dell’asciutta e del peri-parto per ridurre i disordini metabolici nella bovina da latte
Sostenibilità della catena alimentare del latte
• Confronto fra sistemi di allevamento convenzionali e biologico
• Valorizzazione dei prodotti lattiero-caseari ottenuti in aree montane con razza locali
Sviluppo di procedure innovative per valutare alimenti destinati ai ruminanti
• Tecniche in vitro per valutare la digeribilità e il valore nutritivo
Micotossine negli alimenti zootecnici e nei prodotti di origine animale
• Monitoraggio e controllo della contaminazione nei foraggi e nei mangimi
Valore nutrizionale dei derivati dalla produzione di bio-combustibili
• Caratterizzazione nutrizionale del panello di colza prodotto con estrazione a freddo in impianti on farm
Fabbisogni nutrizionali negli equini
• Studio degli apporti energetici e proteici negli stalloni e in puledri in accrescimento

TESI PROPOSTE

Strategie alimentari per aumentare il valore nutrizionale degli alimenti di origine animale
Progetto Latte e latti fermentati con elevata attività antiossidante per gli sportivi.
Il latte e i prodotti derivati rappresentano alimenti normalmente presenti nelle diete degli sportivi, grazie alla loro elevata digeribilità e alla biodisponibilità di alcuni nutrienti, ampiamente dimostrate in letteratura. Il latte e i prodotti derivati però possono diventare anche un ottimo veicolo di alcune sostanze che sono particolarmente importanti per chi pratica attività sportiva. Fra queste vanno ricordati alcuni oligoelementi e vitamine, ma in generale tutte le sostanze che svolgono un ruolo protettivo a livello cellulare, contrastando lo stress ossidativo. Uno degli obiettivi di questo progetto è quindi quello di verificare la possibilità di migliorare il contenuto di sostanze antiossidanti (vit. A, C ed E, selenio, acidi grassi omega 3, enterolattone) nel latte modificando l’alimentazione delle bovine in produzione.

Strategie alimentari per ridurre l’impatto ambientale degli allevamenti
Progetto Strategie alimentari per la riduzione di metano negli allevamenti bovini
Le vacche da latte contribuiscono significativamente alle emissioni di metano prodotto nel rumine ad opera di specifici microrganismi (Archaea). Attraverso l’uso di tecniche in vitro innovative si stimerà la produzione di CH4 originata dai processi di fermentazione ruminale di differenti diete selezionate in diverse realtà zootecniche del Veneto. I risultati forniranno agli allevatori e agli alimentaristi indicazioni sulle strategie alimentari adottabili per ridurre le emissioni di metano negli allevamenti di vacche da latte della Regione.

Strategie alimentari per migliorare il benessere degli animali
Progetto Sostenibilità fra diversi sistemi intensivi di allevamento della vacca da latte e longevità: modelli di gestione dell'asciutta e biomarkers di stress e invecchiamento organico
Si valuterà l'aggiunta di omega 3 e di antiossidanti (lignani), ottenuta attraverso l'integrazione di semi di lino, nella dieta di vacche durante l'intero periodo di asciutta. Sarà quindi valutato lo stato ossidativo della ghiandola mammaria attraverso metodi non invasivi. Saranno misurati anche nel colostro e nel latte i prodotti dell'ossidazione della proteina parallelamente ad alcuni marcatori delle infezioni mammarie.

Sviluppo di procedure innovative per valutare alimenti destinati ai ruminanti
Progetto Messa a punto di metodi in vitro per la determinazione della produzione di metano nel corso dei processi fermentativi ruminali
Fra i sistemi in vitro, la GPT (gas production technique) è in grado di misurare in continuo la produzione di gas derivante dalla fermentazione di un alimento o di una dieta. Saranno messi a punto sistemi di raccolta di campioni di gas al momento del rilascio, successivamente analizzati mediante tecnica cromatografica per la determinazione della concentrazione di CH4. Questa procedura, non ancora diffusa nei laboratori di ricerca a causa della complessità delle diverse operazioni analitiche, consente le valutazione in contemporanea di alimenti o diete diverse in condizioni molto standardizzate.